Anima mia…

anima mia...
Anima  mia
chiudi  gli  occhi  pian  piano
e  come  s’affonda  nell’acqua
immergiti  nel  sonno 
nuda  e  vestita  di  bianco 
il  più  bello  dei  sogni 
ti  accoglierà . 
Anima  mia 
chiudi  gli  occhi  pian  piano
abbandonati  come  nell’arco  delle  mie  braccia
nel  tuo  sonno  non  dimenticarmi
chiudi  gli  occhi  pian  piano
i  tuoi  occhi  marroni 
dove  brucia  una  fiamma  verde
anima  mia .


NAZIM HIKMET

Senza conoscerti…

senza conoscerti...
     

Anche se chiudo gli occhi per soffocare i miei lamenti, anche se gli chiudo, io ho immaginazione di te che mi rende bambina, che mi toglie tutte le volte un po di peso dal cuore, che mi rende indifesa e forte allo stesso tempo, che mi porta lontano da qui….

E che so che adesso tu mi starai scrivendo la stessa canzone con le stesse parole e con lo stesso amore,

perché ogni istantea anche tu sei lì ad aspettarmi….

Ogni singolo tuo respiro, ogni singola azione che tu fai io sono lì a darti ancora una volta un emozione perché  senza conoscerti io so come sei…

ed anche tu senza conoscermi sei lì a pensarmi….


      ANONIMO  

 

Sogno infinito.

sogno infinito...

Voglio fuggire via con te

lontano da questo mondo materiale

dove non si sa mai cosa fare

dove non si sa mai cosa credere.

Voglio evadere queste regole perpetue ed oppressive.

Voglio percorrere strade senza fine,

boschi senza limiti, spazi infiniti.

Camminerò e volerò con te,

io e te soli con le nostre illusioni,

coi nostri pensieri, coi nostri amori.

Il tempo perderà i suoi valori

neutralizzando i nostri dolori.

Tutti gli Dei saranno invidiosi,

anche gli angeli vorranno seguirci

oramai stanchi del loro paradiso.

Ci scambieremo parole d’amore,

l’atmosfera si tingerà di ogni colore

ed anche fiori impareranno a fare l’amore.

Ma anche se tutto questo è finto

sarà bellissimo questo sogno infinito.


FERDINANDO

Il nostro bacio…

il nostro bacio...
  Lo troveremo, sì, il nostro bacio.
Sarà su di un letto di nubi,
di cristalli o di braci ?
Sarà fra un minuto, o domani,
o nel secolo futuro, o proprio all’ estrema
soglia dei mai ?
Vivi, morti ? Lo sai ?
Con la tua carne e la mia,
con il mio nome ed il tuo ?
O forse dovrà essere con altre labbra,
con altri nomi e dopo secoli,
ciò che oggi vuole essere,
qui, sin da ora ?
Non lo sappiamo. Sappiamo che sarà.
Che in qualcosa, sì, e in qualcuno
si dovrà realizzare
questo amore inventato
senza terra né data dove posarsi ora:
il grande amore sospeso.
E che forse,
dietro cortine di anni,
un bacio sotto cieli che mai abbiamo visto,
sarà,
senza che lo sappia chi crederà di darlo,
trasceso alla sua gloria,
il compimento, infine,
di quel bacio impaziente che ti vedo aspettare,
palpitante sulle labbra.
Oggi
il nostro bacio, il suo letto,
stanno nella fede soltanto.


PEDRO SALINAS

Il mazzo di fiori.

il mazzo di fiori...

Che fai laggiù bambina

Con quei fiori appena colti

Che fai laggiù ragazza

Con quei fiori seccati fiori

Che fai laggiù bella donna

Con quei fiori che appassiscono

Che fai laggiù già vecchia

Con quei fiori che muoiono

” Aspetto il vincitore “.


J. PRÈVERT

Se mi chiamassi…

se mi chiamassi...

Se mi chiamassi, sì,

se mi chiamassi! Io lascerei tutto

 tutto io getterei:

 i prezzi, i cataloghi,

l’azzurro del’oceano sulle carte,

 i giorni e le loro notti,

 i telegrammi vecchi

 e un amore.

 Tu, che non sei il mio amore,

  se mi chiamassi!

 E ancora attendo la tua voce:

giù per telescopi,

 dalla stella,

attraverso specchi e galerie

 ed anni bisestili

 può venire. Non so da dove.

 Dal prodigio, sempre.

 Perché se tu mi chiami

– se mi chiamassi, sì, se mi chiamassi! –

 sarà da un miracolo,

ignoto, senza vederlo.

 Mai dalle labbra che ti bacio,

 mai

dalla voce che dice:”Non te ne andare”.


PEDRO SALINAS

Aprite il cuore…

aprite il cuore...
Aprite il cuore e ascoltate ciò che vi dice.
Seguite i vostri sogni, perche solo un uomo che non si vergogna di se stesso è capace di dimostrare la gioria di Dio.
Non esiste alcun peccato oltre  la mancanza di amore.
Abbiate coraggio, impegnatevi ad amare, anche quando l’amore vi sembra una cosa traditrice e terribile.
Gioite nell’amore. Gioite nella vittoria.
Seguite ciò che il vostro cuore vi suggerisce.


PAULO COELHO
tratto da “Valchirie

Ama il tuo sogno…

ama il tuo sogno...
Ama il tuo sogno
Ogni inferiore amore disprezzando,
       Il vento ama  ed accorgiti qui        
 Che sogni solo possono veramente essere,
 Perciò in sogno a raggiungerti m’avvio.

ERZA POUND

Dal giardino dei gigli.

dal giardino...
Vieni, amore mio,
considera i gigli.
Abbiamo poca fede.
Parliamo troppo.
Svuota la tua bocca piena di parole
e vieni con me a guardare
i gigli dischiusi nel campo,
crescono li come velieri,
che lenti governano i loro petali
senza infermiere senza orologi.
Consideriamo lo spettacolo:
una casa dove nubi bianche
decorano le sale fangose.
Oh, svuotati delle buone
e cattive parole. Sputa fuori
le parole come pietre!
Vieni qui! Vieni qui!
Vieni a mangiare i miei gustosi frutti.

ANNE SEXTON